L’intolleranza al al lattosio è una delle intolleranze più diffuse. Chi ne soffre ha un deficit, una carenza, dell’enzima lattasi deputato alla scissione del lattosio in glucosio e galattosio favorendone la digestione.

Il soggetto intollerante mangiando alimenti contenenti lattosio può risentire di diversi problemi gastrointestinali quali, prevalentemente, diarrea, gonfiore e dolore addominale, flatulenza, nausea, vomito, crampi addominali.

Questi sintomi di solito compaiono entro le due ore successive all’ingestione di alimenti contenenti lattosio e scompaiono solo con la totale eliminazione di questi alimenti.

Chi è intollerante al lattosio è destinato ad eliminare per sempre latte e derivati dalla propria alimentazione?

No, abbiamo due opzioni possibili:

  1. sostituire latte e derivati con formaggi vegetali e alimenti delattosati onde evitare di andare incontro a carenze di calcio e proteine del latte.
  2. utilizzare, sotto consiglio del medico curante, uno dei tanti integratori di lattasi esistenti in commercio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *